Droni in Svizzera: sono rischiosi per la privacy


droniC’è un limite a tutto, anche alla drone-mania. Sui cieli della svizzera, e specialmente nelle città, sono sempre più popolati dai droni, ma dal prossimo mese arriverà una stretta sui droni che potrebbe insegnare: difatti ogni partenza dei droni nelle vicinanze di zone abitate dovrà essere autorizzata dall’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC).

Dopo alcuni anni di tolleranza, si è cominciato a mettere ordine alla legislazione in materia di droni: decisione presa dall’evento accaduto ultimamente a Zurigo, durante il concerto dei Rolling Stones allo stadio di Letzigrund, dove la polizia ha denunciato il proprietario di un drone con microtelecamera che aveva sorvolato gli spettatori.

Tali video, secondo le nuove leggi, saranno autorizzate soltanto a chi sarà farà richiesta all’Ufac, con un costo che varia da 50 a 600 franchi, in base al tempo impiegato per l’esame della domanda. E’ stato così adottato il principio per cui i droni non potranno essere utilizzati durante un assembramento di persone. In casi rari l’Ufac potrà rilasciare un autorizzazione per questo tipo di volo.

Insomma, sui cieli della svizzera solo droni identificati ed autorizzati: scelta giusta o no ad un fenomeno emergente dell’ hi-tech?

Lascia un commento