A CUBA TORNANO I RUSSI: RIAPERTA BASE SPIONAGGIO

spionaggio-cubaLa ex Urss (Russia) riattiverà a Cuba il centro di ascolto di Lourdes, disattivato nel 2001, dopo un contratto siglato durante il tour realizzato la settimana passata nell’isola di Cuba dal presidente russo Vladimir Putin.

La notizia è apparsa sul quotidiano russo Kommersant, che riporta fonti molto vicine al Cremlino e rammenta che il centro di spionaggio venne messo a riposo 13 anni fa per il momento difficile che stava passando l’economia russa in quel periodo e per le continue richieste degli Usa.

“I nostri rapporti (con gli Usa) si sono rovinati molto prima della guerra in Ucraina. Non sono mai cambiati in meglio, tranne alcuni momenti specifici che sono stati l’eccezione alla regola”, comunica un alto diplomatico russo per illustrare l’interesse di Mosca per le comunicazioni di Washington.

L’avanzata base radar di spionaggio, in grado di spiare i segnali elettronici a quasi 2 mila chilometri di distanza e raggiungere quasi tutto il territorio Usa, è stata installata nella periferia di El Wajay, a sud ovest di L’Avana, nel 1964, alla fine della presenza militare sovietica a Cuba.

Allargato e modernizzato dopo la caduta dell’Urss, “attualmente la sua efficacia di spionaggio è anche superiore, in quanto a differenza di quel periodo la Russia non ha mezzi di spionaggio elettronico nello spazio e le sue abilità per intercettare le comunicazioni sono di gran lunga inferiori” commenta Kommersant.

Assemblato dal servizio segreto militare sovietico (Gru), la base di spionaggio di Lourdes ha permesso all’Urss di intercettare i piani segreti di Washington contro l’Iraq nel 1991.

Un ufficiale disertore del KGB riportò nel 1998 l’entità delle attività di spionaggio del centro affermando che, dopo l’invasione del Kuwait da parte dell’Iraq nel 1990 e la campagna Desert Storm del 1991, la Russia spiò da Lourdes i piani di guerra della coalizione internazionale che invase il paese arabo. A dire dei servizi segreti occidentali, dalla base era possibile “effettuare lo spionaggio su fax, telefonate e comunicazioni informatiche”.

Related posts

Leave a Comment