Sindrome da spionaggio. Pechino toglie i server IBM dalle banche cinesi.

spionaggioAlcune volte lo spionaggio finanziario puo’ essere molto più pericoloso di quello politico. Forse per questo motivo che la Cina, dopo lo scandalo Datagate, ha deciso di obbligare le banche di sostituire tutti i server della IBM statunitense con apparecchiature made in China. Per il momento è solo una voce di stampa riportata da Bloomberg, secondo la quale questa mossa farebbe parte dell’escalation della disputa in corso tra Usa e Cina sulla questione sicurezza.

Ufficialmente la questione sulla sostituizione dei server rientrerebbe in un programma in corso di sperimentazione. Invece , secondo fonti ufficiali, si tratterebbe di una vendetta delle autorità cinesi dopo che la magistratura americana hanno arrestato cinque militari cinesi per spionaggio informatico. Bisogna tener presente che non si tratta della prima volta: ultimamente un altro colosso tecnologico Usa, Microsoft, si è lamentato per l’esclusione del suo sistema operativo Windows 8 da una maxi commessa di computer a basso consumo energetico.

Non soltanto la Cina biasima le abitudini di spiare da parte di Washington: alla fine di marzo anche la Russia ha deciso di cambiare tutti gli iPad della Apple di tutti i dirigenti del Cremlino con i tablet della Samsung.

Related posts

Leave a Comment