Svolta sulla Privacy in Italia: Google dovrà chiedere il consenso per l’uso dei dati.

Da oggi chi usa il motore di ricerca di Google o i suoi servizi sarà più garantito. Il Garante della Privacy ha deciso che il motore di ricerca più importante al mondo dovrà chiedere il consenso se vorrà utilizzare i dati dei suoi utenti e dovrà anche dire cosa ci farà. E’ il primo provvedimento del genere in Europa. Si è decisa con un provvedimento prescrittivo – descrive una nota del Garante – la pratica iniziata lo scorso anno dal Garante italiano dopo le modifiche adottate da Google alla propria…

Continua a leggere

Google lancia un video-manuale per proteggere i siti web dagli attacchi degli hacker

Un kit di pronto soccorso per siti web colpiti dai pirati informatici: quello lanciato da Google è un corso in video (http://www.google.com/webmasters/hacked) per indicare ai neofiti che gestiscono siti web cosa fare nel caso in cui scoprano di essere caduti nella rete dei cybercriminali. Ricostruisce un itinerario in otto tappe e attraverso brevi filmati mostra le strade da percorrere per difendersi. Il corso anti-pirati La prima lezione di Webmasters help for hacked sites è in lingua inglese, con sottotitoli attivabili: ricorda che quando gli hacker entrano in un sito web…

Continua a leggere

Google rompe il silenzio sulle richieste dell’Fbi

Google è la prima azienda Internet a gettar luce sul grande e controverso segreto che riguarda la raccolta di dati elettronici senza mandato da parte dell’Fbi. Così diversi media americani (CNet , Forbes , Wired , per citarne alcuni) hanno diffuso la notizia, spiegando che i funzionari dell’agenzia governativa possono inviare una richiesta «top secret» alle società di telecomunicazioni per ottenere informazioni dettagliate relative agli utenti americani, con l’unica condizione che le dichiarino rilevanti per un’indagine di sicurezza nazionale. Non è necessaria alcuna approvazione da parte del tribunale e rivelare…

Continua a leggere

Password a rischio? La soluzione di Google è in una chiavetta

Siamo ancora alla fase di sperimentazione ma l’idea che gli ingegneri di Mountain View stanno testando per ovviare in modo semplice ed efficace al problema dei furti delle informazioni personali (ed aziendali) ad opera dei cybercriminali è sicuramente interessante. Di cosa si tratta? Di un piccolo dispositivo Usb crittografato, di una schedina – simile nell’aspetto alle comuni chiavette per archiviare e trasferire dati – la cui peculiarità è quella di operare come strumento di accesso al proprio account (Google) in alternativa alla classica accoppiata “username e password”. YubiKey, questo il…

Continua a leggere