“Fretta e poca intelligence Un blitz destinato al flop”

«Hanno pensato al petrolio, non a salvare i sequestrati». Davanti alla strage di ostaggi nel deserto del Sahara, Michael Scheuer, parla di errori dell’esercito algerino. L’ex ex capo dell’unità della Cia che diede la caccia a Osama bin Laden parla di errori «causati dall’eccesso di velocità dovuta alla fretta». Perché «per l’Algeria contava più eliminare subito ogni minaccia nei confronti dell’industria energetica che non salvare le vite di ostaggi occidentali».  

Continua a leggere

Pentagono: l’Iran spia Israele dalla Siria

L’Iran spierebbe Israele attraverso basi dispiegate in tutto il Medio Oriente. Questo quanto denunciato dal rapporto redatto dall’ufficio antiterrorismo del Pentagono: Teheran avrebbe istallato basi per la propria intelligence con l’aiuto di Hezbollah e del regime siriano. In particolare, Israele sarebbe tenuto d’occhio dai territori del Golan siriano. Secondo il rapporto, “Profilo del Ministero dell’Intelligence e della Sicurezza iraniano”, le basi iraniane sarebbero attive dal 2006 e sarebbero controllate dalla Guardia Rivoluzionaria, corpo militare d’élite della Repubblica Islamica. Non solo: Teheran avrebbe anche reclutato israeliani di origine iraniana per spiare…

Continua a leggere

Trentamila spie iraniane ai quattro angoli del mondo

spie iraniane

L’intelligence iraniana è qua, è là, è ovunque. Ed è molto bene armata e preparata. Spie iraniane. Lo riporta il Washington Free Beacon traendolo da un rapporto del Pentagono di 66 pagine. Abbiamo a lungo coltivato il mito della Cia, della sua determinazione e della sua onnipresenza, fino a toccare con mano pesantemente, nel caso di Bengasi, quanto i tempi siano cambiati. Adesso per realizzare trame davvero thrilling possiamo girare non pochi film sulle spie iraniane. Intanto, è bene sapere che esse sono un esercito, trentamila persone. Le spie si…

Continua a leggere