Gli Stati Uniti ci spiano: le 500 parole da evitare nei social network

I social network sono ormai una realtà talmente diffusa che praticamente non esiste persona (tra i giovani in particolare) che non utilizzi Facebook o Twitter (o entrambi) per comunicare ed organizzare serate con gli amici, condividere i propri interessi, le foto delle proprie vacanze o semplicemente esprimere opinioni con tutto il resto del mondo del web. Ma con l’arrivo dei social network, la nostra privacy è stata ulteriormente messa in pericolo. Ricordate la vicenda di qualche mese fa di una coppia di turisti inglesi? Leigh Van Bryan ed Emily Bunting, prima di partire…

Continua a leggere

Con le nuove regole privacy dell’Ue addio Facebook gratis?

Il Parlamento Europeo si prepara a votare nuove regole per la privacy e la protezione dei dati, e c’è già chi prevede conseguenze nefaste se le l’attuale proposta non subirà modifiche. Eduardo Ustaran, responsabile della privacy e del diritto dell’informazione presso Il Field Fisher Waterhouse , avverte che Facebook, Gmail e altri servizi on-line finanziati oggi dalla pubblicità dovranno chiudere o non essere più gratuiti. Secondo il legale, citato da Zdnet, se i servizi di quel tipo “non fossero più in grado di utilizzare i dati nel modo più vantaggioso…

Continua a leggere