Utilizziamo i cookie per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Per ottenere maggiori informazioni clicca qui.

WhatsApp eliminati? Da adesso si possono recuperare e leggere, in questo modo

Si chiama «WhatsRemoved», questa nuova applicazione che utilizza il sistema di notifiche dei messaggi, per ripristinare il testo appena cancellato

WhatsApp eliminati? Da adesso si possono recuperare e leggere, in questo modo

Dura la vita per gli utenti di Whatsapp. Se siete tra quelli che utilizzano i celebri sette minuti permessi dall’App per eliminare le chat appena inviate, sappiate che da oggi è vietato sbagliare.

E’ infatti a disposizione per Android una contro-App per così dire, che permetterà di leggere le chat ricevute, anche se eliminate dal mittente. Si chiama «WhatsRemoved», questa nuova applicazione che utilizza il sistema di notifiche dei messaggi, per ripristinare il testo appena cancellato. 

Il funzionamento è piuttosto banale. Basta installarlo, peraltro è gratis, dopodiché «whatsremoved», memorizza tutte le notifiche di Whatsapp, salvando in memoria solo quelle che il senso di colpa od il banale errore hanno portato il mittente alla cancellazione. 

Essenziale quanto diabolico, considerato che l’App consente di entrare anche nei contenuti multimediali: foto, video e registrazioni vocali. Niente è perduto perciò. Se è vero che ci sono sul mercato altre App capaci di recuperare le cancellazioni, quest’ultima ha una caratteristica differente. Visualizza soltanto ciò che è stato eliminato e non tutte le conversazioni con le spunte blu. 

Una scelta non usuale da parte degli sviluppatori, che in questo modo hanno scongiurato eventuali conflitti con i termini d’uso di Whatsapp e di conseguenza una eliminazione ben più pesante: l’account dell’utente. Possibilità assolutamente da scansare, visto che «whatsremoved» (per ora solo per Android) è gratuito e punta al download di massa per guadagnare dai banner pubblicitari. 

 

Pubblicato da Francesco 16/01/2018

WhatsApp Assistenza Spiare