Regole UE contro abusi Spyware: un’analisi

spyware

Spyware. In una risoluzione adottata di recente, il Parlamento Europeo ha delineato le riforme necessarie per frenare l’abuso di spyware.

Questa decisione è stata basata su un’indagine durata un anno sull’uso di Pegasus e altri spyware di sorveglianza equivalenti.

I membri del Parlamento Europeo (MEP) sostengono che l’uso illecito di spyware ha messo “a rischio la stessa democrazia” e chiedono indagini credibili, cambiamenti legislativi e un migliore rispetto delle regole esistenti per affrontare gli abusi.

 

Bonifica Cellulari da Microspie su Smartphone e Tablet

Spyware e le raccomandazioni a Ungheria, Polonia, Grecia, Cipro e Spagna

I MEP chiedono all’Ungheria e alla Polonia di conformarsi alle sentenze della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e di ripristinare l’indipendenza e gli organi di controllo giudiziario.

Questi due paesi dovrebbero anche garantire un’autorizzazione giudiziaria indipendente e specifica prima di implementare il spyware, avviare indagini credibili sui casi di abuso e garantire che i cittadini abbiano accesso a rimedi legali significativi.

Il Parlamento chiede al governo greco di “ripristinare e rafforzare urgentemente le garanzie istituzionali e legali”, revocare le licenze di esportazione che non sono in linea con la legislazione europea sul controllo delle esportazioni e rispettare l’indipendenza dell’Autorità Ellenica per la Sicurezza delle Comunicazioni e la Privacy.

Regole chiare per prevenire gli abusi di Spyware

Per fermare immediatamente le pratiche illecite di spyware, i MEP sostengono che il spyware dovrebbe essere utilizzato solo negli stati membri in cui le accuse di abuso di spyware sono state accuratamente indagate, dove la legislazione nazionale è in linea con le raccomandazioni della Commissione di Venezia e la giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’UE, e dove le regole di controllo delle esportazioni sono state rispettate.

EU Tech Lab e un impulso alla ricerca sulla vulnerabilità

Per aiutare a scoprire la sorveglianza illecita, i MEP propongono la creazione di un EU Tech Lab, un istituto di ricerca indipendente con il potere di indagare sulla sorveglianza e fornire supporto tecnologico, compresi lo screening dei dispositivi e la ricerca forense.

Dimensione della politica estera

I MEP vedono “forti indicazioni” che i governi del Marocco e del Ruanda hanno spiato cittadini dell’UE di alto profilo, compresi i capi di stato.

Nel complesso, chiedono una revisione approfondita delle licenze di esportazione di spyware, un rafforzamento dell’applicazione delle regole di controllo delle esportazioni dell’UE, una strategia comune UE-USA sul spyware, colloqui con Israele e altri paesi terzi sulle regole di marketing e esportazione del spyware, e garantire che l’aiuto allo sviluppo dell’UE non venga speso per l’acquisizione e l’uso del spyware.

Citazioni

Dopo il voto, il presidente della commissione, Jeroen Lenaers (EPP, NL), ha dichiarato: “Il spyware può essere uno strumento efficace nella lotta contro la criminalità, ma quando viene utilizzato in modo errato dai governi, rappresenta un enorme rischio per lo stato di diritto e i diritti fondamentali.

Invece di vietare il spyware, dovremmo assicurarci che gli stati membri dell’UE rispettino certi requisiti, come l’autorizzazione giudiziaria efficace e la supervisione indipendente, e l’uso del spyware deve essere proporzionale e rispettare il diritto dell’UE.

Ora spetta alle altre istituzioni dell’UE portare avanti il lavoro, e noi continueremo a controllare l’attuazione delle nostre raccomandazioni.”

La relatrice Sophie In ‘t Veld (Renew, NL) ha aggiunto: “La democrazia riguarda la responsabilità. Il spyware fa parte della cassetta degli attrezzi degli autoritari che minano le democrazie, ed è usato contro i custodi della nostra democrazia qui, in Europa, sulla nostra porta.

Mi aspetto che la Commissione e il Consiglio ci riferiscano, prima della pausa estiva, come intendono seguire ciascuna delle raccomandazioni. Ci assicureremo che vengano attuate; qui inizia il lavoro.”

In sintesi

Il problema del suo abuso è una questione che riguarda tutti noi. Le misure proposte dal Parlamento Europeo rappresentano un passo importante verso la protezione dei diritti dei cittadini e la salvaguardia della democrazia.

È fondamentale che queste raccomandazioni vengano attuate e che si continui a monitorare e adattare le strategie per prevenire l’abuso di software spia.

LEGGI ANCHE: Quanto Dura una Cimice Spia?

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 6 Media: 4]

Autore

  • Francesco Polimeni

    Esperto blogger nel settore della sicurezza e della sorveglianza. Condivide la sua vasta esperienza in questo campo, offrendo consigli, approfondimenti e aggiornamenti sulle ultime tecnologie e tendenze in materia di sicurezza e privacy. La sua expertise nel settore è rinforzata dalla sua lunga carriera e dalla profonda conoscenza delle tecniche di sorveglianza e contro sorveglianza.

    Visualizza tutti gli articoli

Related posts

Leave a Comment