Servizio Segreto: nasce il Wiki Intelligence

servizio segreto

Servizio segreto (molte volte anche genericamente al plurale servizi segreti) o agenzia di spionaggio, è un associazione che fa capo ad una nazione, il cui modus operandi è protetto dal segreto (il cosiddetto segreto di stato), operante ai fini della tutela degli interessi nazionali tramite operazioni di intelligence. Effettua operazioni di spionaggio all’estero, e di controspionaggio nella propria nazione. Servizio segreto. Il segreto di Stato è un obbligo giuridico che indica l’esclusione di una determinata notizia dalla pubblicazione al di fuori dell’ambito dei soggetti autorizzati, stabilendo delle sanzioni nei confronti…

Continua a leggere

Servizi Segreti Vaticani, l’essenza che spia per il Papa

servizi segreti papali

L’organizzazione dei servizi segreti Papali agli ordini del Papa risale al 1566. Servizi Segreti Papali. Simon Wiesenthal, il famoso cacciatore di assassini nazisti, la definì “l’ottimo e più efficiente servizio segreto al mondo”. A dargli prestigio in tempi recenti fu Karol Wojtyla L’unica cosa sicura dei Servizi Segreti papali è soltanto l’anno di nascita dei servizi segreti: il 1566. Ed il primo incarico segreto: contrastare i protestanti in Inghilterra. Così per volontà di papa Pio V fu assegnato a Michele Ghisleri l’incarico di predisporre una rete di spie agli ordini…

Continua a leggere

Nope, il Copri Webcam per gli ossessionati della privacy

copri webcam

Copri webcam delle volte nei film si vedono degli agenti speciali capaci di utilizzare qualsiasi dispositivo collegato ad internet. Copri webcam. E’ l’esempio più utilizzato è quello delle webcam distribuite per il pianeta. In verità accedere in una webcam personale non è per niente semplice. A volte, però, potreste avere timore di essere spiati. Pensate a quando vi spogliate o trafficate con qualcosa di particolate. Come potersi difendere da questa eventuale minaccia? Il modo più semplice è oscurare la webcam. Nope è un dispositivo magnetico di forma rotonda che permette…

Continua a leggere

Servizi segreti italiani ora reclutano tramite la Rete

servizi segreti italiani

Servizi Segreti italiani- La divisione informazioni per la sicurezza lancia un sito web. Servizi segreti italiani hanno avviato una nuova campagna di arruolamento sul web, per consentire agli utenti di trasmettere le proprie candidature spontanee e lavorare nei “servizi segreti“. “Ma non è un un concorso” Alla ricerca di nuove figure professionali, il Dis, il Dipartimento informazioni per la sicurezza, costola operativa della Presidenza del Consiglio nella coordinazione dei settori dell’intelligence, ha messo in funzione un portale web per la presentazione di «candidature spontanee». Nella nota pubblicata dal Dis si legge che…

Continua a leggere

Svolta sulla Privacy in Italia: Google dovrà chiedere il consenso per l’uso dei dati.

Da oggi chi usa il motore di ricerca di Google o i suoi servizi sarà più garantito. Il Garante della Privacy ha deciso che il motore di ricerca più importante al mondo dovrà chiedere il consenso se vorrà utilizzare i dati dei suoi utenti e dovrà anche dire cosa ci farà. E’ il primo provvedimento del genere in Europa. Si è decisa con un provvedimento prescrittivo – descrive una nota del Garante – la pratica iniziata lo scorso anno dal Garante italiano dopo le modifiche adottate da Google alla propria…

Continua a leggere

Email e telefonate a rischio intercettazioni. Dossier sulla Privacy: “enorme buco nel sistema”

La Privacy a rischio in Italia. Un documento arrivato sul tavolo del Governo lancia l’allarme sulla sicurezza da intercettazioni di sms, chat, email, post sui social network e telefonate. Il documento, di cui parla il quotidiano Repubblica, arriva dal Dipartimento attività ispettive dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali e parla di una grande falla nella sicurezza delle telecomunicazioni italiane. Un buco talmente enorme da porre i dati a disposizione di tutti. Anche le conversazioni telefoniche sono in pericolo in quanto da circa dieci anni le telefonate viaggiano sul digitale,…

Continua a leggere

Facebook, il 54% degli iscritti pensa alla privacy

Gli iscritti a Facebook pensano alla privacy più del passato. In base ai dati di GlobalWebIndex,il 54% è preoccupato su questo tema, nel 2012 la percentuale era al 44%. Il rapporto arriva a pochi giorni dalle polemiche per la prova con cui Facebook ha manomesso le notizie pubblicate dagli utenti per documentare che sussiste una diffusione emotiva virtuale. Nel frattempo, il social mira sempre più sui video: sperimenta una funzione che propone video uguali a quello che si sta guardando. Il grafico esibito da GlobalWebIndex evidenzia una curva in crescita…

Continua a leggere

Privacy e Selfie, le norme del garante tra app, wi-fi e ladri… veri

Non sono vacanze senza selfie. Ma lo scatto automatico, da postare rigorosamente su internet, può causare dei seri problemi. Di privacy, prima di tutto, ma non solo. Perciò il garante della Privacy ha divulgato delle norme per non commettere errori. E magari, trovarsi la casa svaligiata al ritorno dalle ferie per colpa di una foto postata su Facebook o su altri social network. Oppure, nel migliore dei casi, un virus sul proprio telefono cellulare. 1. Selfie e privacy – Video e fotografie postate in Rete sono accessibili praticamente a chiunque.…

Continua a leggere

Spie, navi, missili: Mosca sfida gli Usa

Nell’arco di pochi giorni il Cremlino ha «sparato» tre messaggi alla Casa Bianca. Un modo per ricordare che la Russia ha le sue aree di influenza e teatri dove non è disposta a incassare senza reagire. Dall’intelligence alla crisi in Siria. Il primo segnale riguarda il caso del presunto agente Cia sorpreso mentre tentava di reclutare un ufficiale russo. Un portavoce del Fsb, il servizio segreto, sostenendo che gli americani avevano violato «una linea rossa» ha assestato un colpo non da poco. Ha infatti rivelato ai media il nome del…

Continua a leggere

Gli agenti segreti nell’era dei social

Gli agenti segreti della Cia, prototipo globale della discrezione, possono avere una pagina Facebook o un account su Twitter? Risposta ufficiale dei servizi segreti americani: non solo può, ma deve. A certe condizioni. L’avvento di internet ha rivoluzionato il mestiere degli agenti segreti, facilitando la raccolta e la diffusione delle informazioni, ma il boom dei social media ha creato un dilemma. Non c’è dubbio che Facebook, Twitter, Linkedin e altri network fanno ormai parte della vita quotidiana di milioni di persone, e quindi rappresentano una fonte preziosa di notizie. Nello…

Continua a leggere

“Storia dei servizi segreti italiani”: ecco come sono cambiati

Se qualcuno di voi pensa che i servizi segreti in Italia siano ancora una roba di spie, smetta subito di leggere questo articolo. Ormai sono profondamente cambiati: e qui vi spieghiamo come. Lo facciamo con Antonella Colonna Vilasi, docente universitaria di “Relazioni Internazionali e Storia dell’Intelligence” negli Stati Uniti e di cui stanno per uscire due libri, sulla storia del Mossad (il misterioso Servizio segreto israeliano: è la prima volta che ne scrive una donna e comunque un non ebreo) e sui servizi britannici. Ma a noi interessa il suo…

Continua a leggere

Agente Cia arrestato a Mosca «Provocazione da guerra fredda»

Ryan Fogle, terzo segretario all’ambasciata Usa, è stato arrestato a Mosca mentre stava cercando di reclutare un agente russo. Per le autorità locali il diplomatico è in realtà un agente Cia e a sostegno delle loro accuse hanno mostrato il materiale che gli è stato sequestrato. L’ARRESTO – Fogle è stato bloccato nella serata di lunedì in una via della capitale. In una foto lo si vede steso per terra mentre un uomo gli tiene le braccia dietro la schiena. Il diplomatico è in camicia, ha un cappellino da baseball…

Continua a leggere