Che cos’è lo spionaggio industriale

spionaggio industriale

Lo spionaggio industriale è un’attività illegale. Utilizzata per rubare in modo non autorizzato informazioni industriali, commerciali e segreti da altre ditte. Spionaggio industriale nel Codice Penale In Italia lo spionaggio industriale è un reato punito dagli articoli 621, 622 e 623 del Codice penale. – Art. 621 c.p. – Rivelazione del contenuto di documenti segreti Chiunque, essendo venuto abusivamente a cognizione del contenuto, che debba rimanere segreto, di altrui atti o documenti, pubblici o privati, non costituenti corrispondenza, lo rivela, senza giusta causa. Ovvero l’impiega a proprio o altrui profitto,…

Continua a leggere

Micro spia nascosta nell’auto è considerato reato?

micro spia

Micro spia nascosta in auto: è legale installarla o usarla per registrare le conversazioni tra presenti? Il file si può usare in tribunale? Micro Spia. Se tua moglie dovesse capire che la tradisci e, per vedere dove vai e cosa dici, decidesse di installare nella tua auto una microspia, le eventuali prove così avute potrebbero essere usate contro di te benché raccolte in violazione della privacy? Si può installare un registratore in un’auto per “registrare” le conversazioni avute con gli altri passeggeri o con lo stesso autista durante il viaggio?…

Continua a leggere

Spionaggio dell’Est sbarca a Roma

Le-Spie-Est-sbarcano-a-Roma

Spionaggio elettronico – “Nesti Vako” ex capo della sezione spionaggio della polizia segreta albanese incontra Francesco Polimeni negli uffici della Polinet S.r.l Spionaggio Est. Nesti Vako, l’uomo che per 25 anni ha guidato e diretto la sezione tecnologica di spionaggio elettronico ed intelligence della polizia segreta albanese nel periodo della guerra fredda. All’apparenza non dimostra più di 70 anni. Ben vestito e con un atteggiamento sincero, capelli bianchi, dà l’impressione del professore di liceo in pensione. In realtà, Nesti Vako è stato probabilmente il capo della sezione tecnica della polizia…

Continua a leggere

A CUBA TORNANO I RUSSI: RIAPERTA BASE SPIONAGGIO

La ex Urss (Russia) riattiverà a Cuba il centro di ascolto di Lourdes, disattivato nel 2001, dopo un contratto siglato durante il tour realizzato la settimana passata nell’isola di Cuba dal presidente russo Vladimir Putin. La notizia è apparsa sul quotidiano russo Kommersant, che riporta fonti molto vicine al Cremlino e rammenta che il centro di spionaggio venne messo a riposo 13 anni fa per il momento difficile che stava passando l’economia russa in quel periodo e per le continue richieste degli Usa. “I nostri rapporti (con gli Usa) si…

Continua a leggere

Spionaggio in Germania, espulso capo della Cia di Berlino

Il Governo di Berlino ha imposto al direttore dei servizi segreti americani in servizio presso l’ambasciata di Berlino di lasciare la Germania in merito all’indagine sulla probabile attività di spionaggio Usa. Lo ha dichiarato oggi un funzionario del governo tedesco. La decisione, piuttosto singolare, è stata adottata dopo la scoperta di due probabili spie americane in sette giorni, situazione che ha provocato sdegno da parte del governo tedesco. La decisione fa seguito anche alle confessioni fatte nel 2013 dall’ex assistente dei servizi segreti Usa, Edward Snowden, sulla enorme rete di…

Continua a leggere

Ecco perché i cable landing points italiani fanno gola all’intelligence americana e inglese

Il primo colosso delle telecomunicazioni che ha lanciato il sasso nello stagno è stato Vodafone. La compagnia telefonica britannica, che opera in 29 paesi, in un dettagliato rapporto presentato il 6 giugno scorso, ha denunciato pubblicamente che le agenzie di intelligence spiano i suoi utenti, in particolare quelli europei. Un’uscita che ha sorpreso la comunità internazionale suscitando nuovi interrogativi sul tema della privacy e sull’invasività dei programmi governativi di sorveglianza elettronica. In soldoni i metadati di Vodafone, ma anche di altre compagnie, cioè le informazioni principali che riguardano una conversazione telefonica o una connessione telematica (i…

Continua a leggere

Sindrome da spionaggio. Pechino toglie i server IBM dalle banche cinesi.

Alcune volte lo spionaggio finanziario puo’ essere molto più pericoloso di quello politico. Forse per questo motivo che la Cina, dopo lo scandalo Datagate, ha deciso di obbligare le banche di sostituire tutti i server della IBM statunitense con apparecchiature made in China. Per il momento è solo una voce di stampa riportata da Bloomberg, secondo la quale questa mossa farebbe parte dell’escalation della disputa in corso tra Usa e Cina sulla questione sicurezza.

Continua a leggere

Paura per la privacy? Arriva Hemlis, l’app che cripta i messaggi

Lo scandalo del Datagate, ovvero dell’abitudine dei servizi segreti americani di spiare account, contenuti, conversazioni, immagini e quant’altro circoli in Rete, ha posto prepotentemente l’accento sul concetto di privacy. Come evitare che l’occhio vigile del Grande Fratello di turno spii l’enorme quantità di informazioni che ognuno, volente o nolente, diffonde ogni giorno attraverso i nuovi mezzi di comunicazione di massa? Se criptare una telefonata appare al momento impossibile per i comuni mortali, lo stesso non si può dire per email, sms, e messaggistica istantanea.

Continua a leggere

Gli agenti segreti nell’era dei social

Gli agenti segreti della Cia, prototipo globale della discrezione, possono avere una pagina Facebook o un account su Twitter? Risposta ufficiale dei servizi segreti americani: non solo può, ma deve. A certe condizioni. L’avvento di internet ha rivoluzionato il mestiere degli agenti segreti, facilitando la raccolta e la diffusione delle informazioni, ma il boom dei social media ha creato un dilemma. Non c’è dubbio che Facebook, Twitter, Linkedin e altri network fanno ormai parte della vita quotidiana di milioni di persone, e quindi rappresentano una fonte preziosa di notizie. Nello…

Continua a leggere

Sorveglianza Informatica, scoperta mega-rete di spionaggio in Europa

Sorveglianza Informatica Spionaggio in Europa Una mega-campagna di sorveglianza informatica, ribattezzata TeamSpy, che ha colpito per oltre un decennio figure politiche di alto profilo, agenzie di intelligence, grandi industrie e attivisti dei diritti umani in Europa orientale è stata scoperta dal Laboratory of Cryptography and System Security (CrySyS Lab) del governo ungherese. Su TeamSpy il Global Research & Analysis Team di Kaspersky Lab ha pubblicato un report in cui sottolinea che questo malware è stato progettato per attuare una costante sorveglianza informatica sulle sue vittime e contemporaneamente effettuare furti di…

Continua a leggere

Rilevatori Microspie e Contro Spionaggio nel Conclave 2013. Intervista a Francesco Polimeni esperto in contromisure elettroniche TSCM

Rilevatori microspie al Conclave in Vaticano. Francesco Polimeni, intervistato come esperto in materia di contro spionaggio elettronico dall’emittente televisiva Tedesca RTL, mostra alcuni rilevatori microspie per la bonifica ambientale da microtelecamere e microspie, utilizzati per impedire la fuga di notizia mediante utilizzo di microspie o altri dispositivi di spionaggio idonei ad intercettare le conversazioni dei cardinali durante lo svolgimento del Conclave nella Cappella Sistina. Nell’ intervista Francesco Polimeni spiega i possibili scenari di spionaggio ed intercettazioni e di probabili contromisure intraprese dai servizi segreti del vaticano durante il Conclave 2013…

Continua a leggere

Google rompe il silenzio sulle richieste dell’Fbi

Google è la prima azienda Internet a gettar luce sul grande e controverso segreto che riguarda la raccolta di dati elettronici senza mandato da parte dell’Fbi. Così diversi media americani (CNet , Forbes , Wired , per citarne alcuni) hanno diffuso la notizia, spiegando che i funzionari dell’agenzia governativa possono inviare una richiesta «top secret» alle società di telecomunicazioni per ottenere informazioni dettagliate relative agli utenti americani, con l’unica condizione che le dichiarino rilevanti per un’indagine di sicurezza nazionale. Non è necessaria alcuna approvazione da parte del tribunale e rivelare…

Continua a leggere