Tox: l’open source anti spione simile a Skype


ToxTox è pronto al debutto, anche se sul web è già disponibile in versione beta. Di cosa parlo? Di una valida alternativa a Skype e a tutti quei programmi di messaggistica real time che si presta ad offrire un servizio che oltre ad essere open source, è sicuro e soprattutto molto lontano dalle attività di spionaggio da parte del governo. D’altra parte, come riferito da Edward Snowden, anche le comunicazioni online sono tutto tranne che private e si fa il possibile per tutelarsi nel modo più semplice, legale e se possibile gratuito. Un team di hacker ha messo in piedi Tox perfezionandolo, vediamolo.

Tox viene mostrato come ” Messaggistica priva di pericoli per tutti, in arrivo a breve. Con l’accrescere dei programmi di sorveglianza da parte del governo, Tox è un applicazione semplice da utilizzare che permette di connettersi con gli amici e le persone care senza pericolo di essere spiati”. Esatto, si scrive esattamente “spiare” per consigliare che non ci si può totalmente fidare dei software che di solito si usano per chattare in modo sicuro con gli altri. Come è scaturita l’idea? Sul portale web ufficiale si può leggere: ” Tox è venuto alla luce con l’idea di poter restare in collegamento con amici e familiari senza incappare nella inosservanza della privacy. Servizi molto più famosi richiedono il pagamento per utilizzarli, Tox invece non chiede nulla e ti rende libero da costi e da occhi indiscreti.”

In sostanza, niente canoni e niente spioni preparati a mettere gli occhi su ciò che si sta visitando o a prestare attenzione a ciò che si sta dicendo. Dentro la piattaforma sarà possibile condividere Messaggi in tempo reale come la chat che saranno continuamente tenuti criptati per non essere (perlomeno non facilmente) estratti e controllati. Sarà possibile comunicare in modo gratuito con altri utenti all’interno del piattaforma, da Tox a Tox e per finire si potrà video chiamare gratis e con un alta qualità, senza essere intercettati.

Tecnicamente, è stata usata una versione adattata delle tabelle di hash distribuite DHT per la trasmissione e la libreria crittografica Libsodium per la crittografia; certamente si utilizzano indirizzi IP conosciuti degli utenti, ma se si utilizza lo strumento Tor si potrà nascondere anche questo. L’interfaccia per adesso è molto scarna e a livello ancora migliorabile, ma è infatti ancora lontana dall’esssere dichiarata ufficiale, ragione per cui si può installare sapendo che può essere instabile e crashare. Questo è il link al sito ufficiale per scaricare Tox, se siete interessati

Lascia un commento