Servizi segreti. Libia, cosa rischia l’Italia

servizi segreti

Libia e Isis: Servizi Segreti – quale è il rischio concreto per l’Italia? Il dibattimento politico è scoppiato nelle ultime ore. Servizi segreti. Al centro della discussione il bisogno o meno di un intervento militare. Ma – se lo chiedono in tanti in queste ore, che rischi ci sono per la nostra nazione? Per cominciare, una prima diretta conseguenza sarà l’aumento rapidissimo degli sbarchi sulle nostre rive. Secondo quanto scrive il Corriere della Sera sono circa 200 mila i migranti pronti a sbarcare in Italia. Certo è che questo è…

Continua a leggere

Nord Corea minaccia: “Nullo l’armistizio, se Usa e Seul non sospendono esercitazioni”

La Corea del Nord minaccia di interrompere il cessate il fuoco che ha messo fine alla guerra con Seul, a causa delle sanzioni occidentali e delle esercitazioni congiunte fra Corea del Sud e Usa. L’armistizio del 1953 pose fine al conflitto stabilendo il cessate il fuoco, la definizione dei confini lungo il 38esimo parallelo e la creazione di una zona demilitarizzata. Pyongyang risponde così, con una dichiarazione del comando militare supremo, dopo la pubblicazione della notizia che Usa e Cina avrebbero raggiunto un accordo su una nuova bozza di risoluzione…

Continua a leggere

Algeria, giallo sulla sorte degli ostaggi Al Jazeera: 50 morti, 35 erano ostaggi

Sviluppi drammatici per il sequestro di 41 occidentali in un campo per l’estrazione di gas nel deserto algerino. Un gruppo di ostaggi sarebbe stato colpito mentre i terroristi li spostavano a bordo di veicoli da un edificio all’altro all’interno della base. Secondo un’altra ricostruzione, il convoglio avrebbe cercato di forzare il blocco dell’esercito algerino e a quel punto sarebbero intervenuti gli elicotteri. Il risultato è comunque una strage: almeno 34 ostaggi uccisi, secondo la tv satellitare panaraba Al Jazeera probabilmente molti occidentali, 15 della ventina di islamisti di Al Qaeda…

Continua a leggere

Francia, guerra in Mali. Libia attacco all’Italia

La vecchie colonie. La Francia di Hollande è in guerra in Mali. Parigi è entrata in azione con raid aerei a supporto delle forze governative contro i fondamentalisti islamici affiliati ad al Qaida che da mesi occupano il nord. Il governo di Bamako ha proclamato lo stato di emergenza, le truppe governative hanno rioccupato Konne, caduta solo ieri in mano ai ribelli, e il presidente a interim, Diacounda Traoré, in serata rivolto alla nazione ha promesso che i ribelli riceveranno una risposta militare “sferzante e massiccia”. “La nostra missione in…

Continua a leggere