Chi ha inventato il jammer?

chi-ha-inventato-il-jammer

Chi ha inventato il jammer. Gli jammer sono dispositivi elettronici che impediscono la comunicazione tra dispositivi radio.

Essi possono essere utilizzati per scopi legittimi, come il blocco dei segnali nelle carceri, ma anche per scopi illegali, come il furto di segnali di trasmissione.

In questo articolo, esamineremo la storia degli jammer e cercheremo di scoprire chi ha inventato il primo dispositivo di questo tipo. Inoltre, analizzeremo i principali tipi di jammer e le frequenze che possono bloccare.

 

Chi ha inventato il jammer? La loro storia

La tecnologia degli jammer ha una lunga storia che risale alla Seconda Guerra Mondiale, quando venivano utilizzati per bloccare i segnali radio dei nemici. Nel corso degli anni, gli jammer sono stati sviluppati e migliorati per bloccare una vasta gamma di frequenze, dai segnali radio alle onde satellitari.

 

Oggi, gli jammer vengono utilizzati per una vasta gamma di scopi, tra cui la sicurezza delle carceri, la sicurezza nazionale, la lotta alla pirateria radiofonica e televisiva e la prevenzione del furto di segnali di trasmissione.

Chi ha inventato il primo jammer?

Non esiste un singolo inventore degli jammer, ma piuttosto una serie di sviluppi tecnologici che hanno portato alla creazione dei primi dispositivi di blocco dei segnali.

Uno dei primi esempi di un dispositivo di blocco dei segnali fu il “Chaff” utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale. Questo dispositivo utilizzava un gran numero di piccoli pezzi di alluminio, detti “chaff”, che venivano dispersi nell’aria per creare una nuvola di segnali radio che avrebbe confuso i radar nemici.

In seguito, negli anni ’50, il fisico statunitense Robert H. Dicke sviluppò un dispositivo chiamato “noise jammer”, che emetteva un segnale casuale per interferire con i segnali radio nemici.

Oltre a Dicke, altri scienziati e inventori hanno contribuito allo sviluppo degli jammer. Ad esempio, negli anni ’70, l’ingegnere giapponese Hidetsugu Yagi sviluppò un dispositivo che poteva bloccare i segnali delle telecamere televisive.

Tipi di jammer

Esistono diversi tipi di jammer, ognuno progettato per bloccare un particolare tipo di segnale o frequenza. I principali tipi di jammer includono:

Jammer GPS: possono inibire i segnali dei localizzatori GPS e impedire il tracciamento di posizione tramite dispositivi GPS.
Jammer di segnale WiFi: bloccano i segnali WiFi, impedendo l’accesso a Internet e la comunicazione wireless.
Jammer di segnale Bluetooth: disturbano i segnali Bluetooth, impedendo la comunicazione tra dispositivi wireless.
Jammer cellulare: possono bloccare i segnali delle reti cellulari, delle microspie gsm impedendo la ricezione e la trasmissione di chiamate e messaggi.

Jammer di segnale radio: interrompono i segnali radio e impediscono la ricezione di trasmissioni radiofoniche e televisive.
Jammer di segnale satellitare: questi dispositivi possono bloccare i segnali satellitari e impedire la ricezione di servizi come la TV satellitare e la navigazione GPS.

Frequenze bloccate

Gli jammer sono progettati per bloccare specifiche frequenze di segnali. Alcune delle frequenze più comuni bloccate dagli jammer includono:

2,4 GHz: utilizzata per i segnali WiFi e Bluetooth.
433 MHz: la usano per dispositivi come i telecomandi.
900 MHz: viene usata per reti cellulari e telefoni cordless.
1,2 GHz: la utilizzano per la trasmissione di segnali video wireless.
2,4 GHz: questa ultima frequenza viene usata per i segnali radio e televisivi.

Conclusioni

In sintesi, gli jammer sono dispositivi elettronici che possono impedire la comunicazione tra dispositivi radio. Non esiste un singolo inventore degli jammer, ma piuttosto una serie di sviluppi tecnologici che hanno portato alla creazione dei primi dispositivi di blocco dei segnali.

Esistono diversi tipi di jammer, ognuno progettato per bloccare un particolare tipo di segnale o frequenza. Quando si utilizza un jammer, è importante utilizzare il dispositivo solo per scopi autorizzati.

In conclusione, se stai considerando l’acquisto o l’utilizzo di un jammer, assicurati di utilizzarlo solo per scopi legittimi e autorizzati. Inoltre, tieni presente che l’utilizzo di jammer per interferire con segnali radio o satellitari può causare problemi di sicurezza e interferenze non intenzionali, pertanto, l’uso di questi dispositivi deve essere fatto con la massima responsabilità.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 12 Media: 4.8]

Autore

  • Francesco Polimeni

    Esperto blogger nel settore della sicurezza e della sorveglianza. Condivide la sua vasta esperienza in questo campo, offrendo consigli, approfondimenti e aggiornamenti sulle ultime tecnologie e tendenze in materia di sicurezza e privacy. La sua expertise nel settore è rinforzata dalla sua lunga carriera e dalla profonda conoscenza delle tecniche di sorveglianza e contro sorveglianza.

    Visualizza tutti gli articoli

Related posts

Leave a Comment