La principessa che fa la spia per i servizi segreti

corinna-spia-servizi-segretiI media la considerano una donna misteriosa. E’ una principessa tedesca, in passato forse anche una spia. Già nota per essere “un’amica” del re di Spagna Juan Carlos, Corinna Sayn-Wittgenstein è finita ora nel dibattito parlamentare spagnolo, perché la donna – già al centro di uno scandalo per la relazione giudicata “troppo amichevole” con il sovrano – avrebbe svolto una funzione di spia, come riporta il Guardian.

LA PRINCIPESSA SPIA – I parlamentari iberici hanno infatti interrogato Felix Sanz, capo dei servizi segreti spagnoli, sul ruolo di Corinna Sayn-Wittgenstein, dopo le rivelazioni al Mundo in cui affermava di aver lavorato in missione segreta per il governo spagnolo, come parte del servizio di spionaggio. Se già in passato Sanz aveva negato questa possibilità, ieri è stato Cayo Lara, leader della coalizione di Sinistra Unita (IU) a spiegare di essere preoccupato per le relazioni tra la principessa, il governo e il re. Così Lara ha invitato il governo del primo ministro Mariano Rajoy a spiegare in modo dettagliato in cosa consistesse il ruolo di Sayn-Wittgenstein.

LE RIVELAZIONI A EL MUNDO – In un’intervista rilasciata al quotidiano El Mundo il mese scorso, Zu Sayn-Wittgenstein, che ha 48 anni, aveva affermato di aver eseguito un lavoro segreto e non retribuito per il governo spagnolo. Una questione che si aggiungeva al vecchio scandalo sulla presunta passione con il re Juan Carlos, dopo che la donna lo aveva accompagnato per la caccia agli elefanti, in un viaggio in Botswana. Il monarca, allora, si era scusato con gli spagnoli per aver lasciato segretamente il paese (per sparare agli elefanti, ndr) mentre il paese stava attraversando una recessione brutale. La stessa che ha lasciato senza lavoro quasi un quarto della popolazione. Zu Sayn-Wittgenstein ha negato di aver avuto una relazione con il monarca, ma questo non ha fermato i giornali e i loro sospetti. Il suo nome compare anche nelle e-mail fornite al giudice che indaga sulla presunta frode da parte del genero del sovrano, Inaki Urdangarin, il duca di Palma. Le e-mail hanno mostrato come lei cercasse di aiutare Urdangarin, ex olimpico e giocatore di pallamano, a trovare fondi attraverso la Noos, una fondazione sportiva: “Stavo solo cercando di trovare un lavoro adatto a lui”, aveva detto a El Mundo.

IL SUO PASSATO – Zu Sayn-Wittgenstein ha anche fatto da intermediario tra il ministro degli esteri José Manuel García Margallo e gli investitori di Abu Dhabi, dopo la discussa decisione del governo di ridurre le sovvenzioni alle società energetiche rinnovabili in Spagna. Adesso è il Parlamento spagnolo a voler capire che ruolo possa aver avuto la donna

Fonte Giornalettismo

Related posts

Leave a Comment