Android: questo malware spy russo potrebbe spiare il tuo telefono usando il microfono

malware-spy

Malware spy russo sta prendendo di mira gli utenti dei smartphone con il sistema operativo Android.

Questo pericoloso malware spyware è incredibilmente in grado di spiare il telefono, leggere i messaggi di testo, ascoltare le chiamate e addirittura registrare le conversazioni utilizzando il microfono del tuo smartphone.

La guerra in Ucraina ha portato a un aumento degli attacchi informatici in tutto il mondo.

Molti hacker, compresi quelli russi e cinesi, stanno approfittando della situazione per diffondere malware spy e rubare i dati degli utenti.

In questo contesto complesso, i ricercatori di sicurezza informatica di Lab52 hanno scoperto un nuovo malware che prende di mira il sistema operativo Android.

Sviluppato in Russia, questo virus si diffonde sul web tramite file APK apparentemente innocui.

Il software è nascosto nel codice dell’applicazione denominata “Process Manager”.

Una volta installato sugli smartphone delle sue vittime, il malware sequestrerà i dati in esso contenuti.

Per cominciare, il virus richiederà una serie di autorizzazioni Android.

Rispecchiando più app, Process Manager richiede un set di autorizzazioni utente.

Android: questo malware russo potrebbe spiare il tuo telefono usando il microfono

Il malware richiede l’accesso alla posizione del telefono, ai dati GPS, a varie reti vicine, alle informazioni Wi-Fi, ai messaggi di testo, alle telefonate, alle impostazioni audio e all’elenco dei contatti.

Soprattutto, il virus dà la possibilità di attivare il microfono del telefono o di scattare foto attraverso le fotocamere anteriori e posteriori a tua insaputa. In breve, tutta la tua privacy è a rischio.

Un server nascosto in Russia riceve tutti i dati.

Per impedire all’utente di decidere di eliminare l’app, il malware farà scomparire l’icona di Process Manager dalla schermata iniziale.

Molti programmi spyware lo fanno per non insospettire le loro vittime.

È il caso del virus Ginp, visto alla fine del 2019 su Android, o del temuto trojan xHelper.

Allo stesso tempo, il virus installa in automatico un’applicazione dal Play Store senza il consenso del proprietario dello smartphone.

Questa applicazione viene dirottata dagli hacker per generare profitti rapidi.

Per evitare di cadere nella trappola, ti consigliamo di fare molta attenzione durante l’installazione di qualsiasi APK.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]

Related posts

Leave a Comment