La Germania prepara duemila cellulari anti-spia

cellulari-anti-spiaCellulari anti-spia, equipaggiati di un sofisticato software anti-spionaggio: è questa una delle difese che prepara il governo della Merkel per proteggersi dallo spionaggio americano, e non soltanto, dopo le molteplici divulgazioni sul Datagate dovute alla “spia” Edward Snowden. Lo cita la Bild oggi, mostrando un documento top secret dell’esecutivo della Cancelliera Tedesca.

Duemila cellulari anti-spia, molto cari e dotati di un software di sicurezza, potrebbero dare una certa sicurezza in futuro per l’invio di dati sensibili, al riparo dal pericolo di spionaggio. Alcuni mesi fa in Germania hanno appreso che anche il cellulare della cancelliera Angela Merkel era stato spiato dai servizi segreti americani.

Il capo del controspionaggio, Hans-Georg Maassen, in una nota scritta sul quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung invita a un maggior controllo nelle conversazioni telefoniche: “Tante cose si possono dire in colloqui svolti di persona, senza telefonare”. Nelle passate settimane la scoperta di due agenti dei servizi segreti tedeschi corrotti dai servizi Usa per avere informazioni top secret, ha indurito lo scontro tra la Germania e gli Usa sulle funzioni dei servizi segreti a Berlino, arrivato alla decisione di espellere dal Paese il capo degli agenti segreti americani: una misura eccessiva che ha messo a dura prova le relazioni tra i due paesi.

Related posts

Leave a Comment