Come funzionano i telefoni satellitari

telefoni satellitari

La tecnologia dei telefoni satellitari marcia inesorabilmente in avanti.

Telefoni satellitari. Ciò che una volta erano mattoni di dimensioni uguali ad un bagaglio che facevano solo chiamate vocali, ora sono smartphone snelli con capacità limitate solo dalla vostra immaginazione.

Bene, la tua immaginazione … e il tuo segnale. I telefoni cellulari richiedono ponti radio, che si collegano con una potenza del segnale variabile (e spesso scarsa).

In quei posti dove i telefoni cellulari non possono telefonare – è qui che i telefoni satellitari dimostrano il meglio di sè.

I telefoni satellitari vanno audacemente dove i telefoni cellulari non possono.

Ti permettono di effettuare telefonate da quasi ovunque, perché la loro tecnologia primaria è letteralmente fuori dal mondo.

I telefoni satellitari non si basano su una rete di telefoni cellulari terrestri.

Invece, trasmettono i loro dati direttamente da satelliti in orbita attorno alla Terra.

Questo salto tecnologico libera i telefoni satellitari (o i telefoni sat) dai legami che limitano i loro fratelli basati sulla Terra.

Pertanto, sono i dispositivi di comunicazione scelti nelle aree con copertura cellulare minima o inesistente, come i paesi scarsamente popolati o poveri, luoghi in cui i governi limitano l’accesso a Internet e alle celle o dove i disastri naturali distruggono ciò che c’è intorno.

Nei sistemi satellitari, i telefoni non sono sempre chiamati in questo modo.

Molte persone li chiamano terminali. Indipendentemente dal nome, sono i dispositivi necessari per la connessione ad un satellite.

Come con i telefoni cellulari, i satellitari hanno tutte le funzioni di base del telefono.

Tuttavia, anche se sono più pesanti e ingombranti rispetto ai telefoni cellulari, non hanno tutte le funzioni del smartphone.

Invece, un telefono satellitare è un telefono che utilizzerai principalmente per effettuare chiamate o inviare brevi messaggi di testo.

Potresti chiederti in che modo un telefono satellitare è diverso da quello del GPS (satellite di posizionamento globale) incorporato in tanti smartphone contemporanei.

Il GPS non consente di effettuare chiamate o inviare messaggi; invece, serve soltanto per determinare la tua posizione. Un telefono satellitare, d’altronde, consente di effettuare chiamate e trasferire dati tramite la connessione satellitare.

I sistemi di telefonia satellitare funzionano in modo molto diverso a seconda delle tecnologie che ogni azienda produttrice utilizza.

Alcune aziende optano per i satelliti geosincroni, mentre altri usano sistemi a bassa orbita terrestre (LEO).

I satelliti geosincroni (chiamati anche orbita GEO o satelliti ad alta orbita terrestre) seguono la Terra mentre gira, il che significa che rimangono praticamente in una posizione fissa nel cielo.

Mantengono un’orbita di alta quota, a circa 22.000 miglia (35.000 chilometri), e sono sempre centrati sopra l’equatore terrestre.

Questi sono enormi e potenti satelliti e solo uno di loro può servire una vasta area geografica sulla superficie terrestre.

Con una costellazione di soli tre o quattro satelliti, un’azienda può fornire servizi per la maggior parte del mondo.

In quanto tali, questi satelliti sono progettati per gestire grandi volumi di dati, il che significa che funzioneranno non solo per le chiamate vocali, ma anche per lo streaming video, la condivisione di file, messaggi di testo, televisione e molto altro.

Inmarsat e Thuraya sono due aziende consolidate che utilizzano configurazioni geosincrone.

Uno svantaggio dei satelliti geosincroni è che le loro orbite alte significano ritardi di trasmissione significativi di circa 250 millisecondi.

Quindi, quando parli con qualcuno, potresti dover aspettare qualche secondo prima di rispondere alle tue domande. Oppure sentire un’eco sconcertante, che può essere frustrante.

Inoltre, i loro piccoli numeri mettono queste reti a un rischio maggiore per le interruzioni.

Quando un satellite richiede manutenzione (o malfunzionamenti), un’intera parte del mondo può perdere il servizio fino a quando il problema non verrà risolto.

Dato che i satelliti geosincroni si posizionano prevalentemente sopra l’equatore, non forniscono molta copertura per i poli.

Uno dei maggiori avvertimenti ai sistemi geosincroni è legato alle dimensioni.

Per stabilire una connessione con questi satelliti è necessario un dispositivo che abbia all’incirca le dimensioni di un notebook; gran parte di quella dimensione è costituita da un’antenna direzionale.

Potrebbe anche essere necessario calibrare l’antenna e quindi puntarla verso il satellite per ricevere la migliore ricezione.

I satelliti LEO hanno orbite molto più basse, fino a 930 miglia (1.500 km), e sono gestiti da compagnie come Globalstar e Iridium.

Se i satelliti geosincroni sono i grandi dell’industria, i satelliti LEO sono molto piccoli. Sono molto più piccoli e leggeri, e ce ne sono molti di più.

Poiché i LEO sono così bassi nelle loro orbite, una rete potrebbe richiedere fino a 60 satelliti per fornire copertura per la maggior parte della Terra.

In qualsiasi momento potresti trovarti nel raggio di due o più di questi satelliti mentre girano il pianeta a circa 17.000 miglia (27.359 km) all’ora, completando un’intera orbita in circa due ore.

Quelle orbite basse e veloci significano un servizio affidabile per gran parte del pianeta.

Quindi, se sei uno scienziato e ti trovi in Antartide, farai affidamento sui satelliti LEO per le comunicazioni.

I LEO sono noti per avere una qualità delle chiamate superiore, ritardi inferiori (solo di circa 50 millisecondi in un modo) e maggiore affidabilità.

Hanno anche bisogno di meno energia della batteria, a differenza di un terminale con capacità geosincrone.

Tuttavia, le loro velocità di trasmissione dei dati (a circa 9,600 bit al secondo) sono molto più lente dei sistemi geosincroni.

Ma i LEO hanno un importante punto di forza nel fatto che non richiedono una grande antenna sul telefono.

Invece, questi telefoni potrebbero essere solo un po’ più grandi di uno smartphone tipico, il che significa che sono portatili.

Sia che tu stia utilizzando un sistema geosincrono o LEO, per avere un miglior servizio, il tuo telefono avrà sempre bisogno di essere a vista con il satellite.

Quindi, se sei in casa, potresti dover uscire per fare una chiamata.

Con una costellazione geosincrona, in particolare, la linea di vista può essere un problema, soprattutto se ti trovi in ​​una fitta foresta o in un’area montuosa con una linea di visuale limitata.

Con i satelliti LEO, tuttavia, è necessario avere ripetute opportunità di connettersi come numerosi satelliti zip per overhead, anche se la finestra di opportunità potrebbe essere limitata a pochi minuti alla volta.

Quindi cosa succede se ti trovi in ​​un’area con scarso segnale e qualcuno dall’altra parte del pianeta ha disperatamente bisogno di contattarti?

In quel caso, quando il segnale aumenta e cala, riceverai un avviso con un messaggio che qualcuno vuole che tu chiami.

Quindi è possibile spostarsi in una posizione con una ricezione migliore per effettuare la chiamata.

Per la loro stessa natura, i telefoni satellitari sono soggetti a un insieme di regole, non solo tecnologicamente, ma anche politicamente.

A tal fine, i governi che vogliono controllare le comunicazione dei loro cittadini non amano i telefoni satellitari.

In tempo di pace, molte agenzie governative possono intercettare facilmente le comunicazioni dei telefoni cellulari.

E in tempi di guerra, quelle stesse organizzazioni possono inibire i ponti radio per annullare le comunicazioni wireless; le stesse regole si applicano a molte forme di servizi Internet.

Ma i telefoni satellitari sono diversi.

Poiché il telefono satellitare non funziona con le torri di comunicazione terrestri, non è così facile da manipolare o intercettare come i telefoni cellulari.

Un determinato regime può tentare di bloccare i segnali del telefono, ma anche questi sforzi potrebbero essere solo temporaneamente efficaci.

Pertanto, i governi oppressivi rendono effettivamente illegale possedere un telefono satellitare.

Non possono fermare la tecnologia. Ma possono farti paura ad usarla.

In Bangladesh, per esempio, un tribunale ha condannato Anup Chetia in prigione per possesso di un telefono satellitare, che stava usando per una serie di attività antigovernative.

In Corea del Nord, ora è possibile utilizzare un telefono cellulare (venduto dal governo e quindi monitorato), ma i telefoni satellitari sono severamente vietati.

Mentre la primavera araba si diffondeva in Siria, che in seguito affondò nella guerra civile, il governo tagliò molte comunicazioni cellulari e via Internet.

Questo ha costretto i ribelli e gli attivisti a usare i telefoni satellitari.

In effetti, la richiesta di telefoni satellitari è stata così forte che il principale fornitore di servizi della regione, Thuraya, ha riferito di carenze di telefoni.

L’uso di un telefono satellitare potrebbe significare capacità di chiamata in roaming libero in una zona di guerra.

Ma ciò non significa che tu sia invisibile.

Anche se non riescono a chiudere le chiamate, molti governi possono localizzare le posizioni dei segnali del telefono satellitare.

A meno che il sistema non utilizzi le funzioni di intercettazione del segnale.

Related posts

Leave a Comment