Cybercrime, i servizi segreti copiano Wikipedia

cybercrime

Cybercrime è un fenomeno in rapida evoluzione che riguarda attività illegali compiute tramite computer o reti informatiche. Queste attività possono variare da frodi online, furti di identità, attacchi informatici, fino alla diffusione di malware. Di fronte a questa minaccia crescente, i servizi segreti svolgono un ruolo cruciale nell’identificare e contrastare tali attività.

LEGGI ANCHE: Come scoprire un numero privato

Cybercrime: Classificazione degli Hacker

Il DIS, Dipartimento Informazioni per la Sicurezza, ha fornito una chiara distinzione tra le diverse tipologie di hacker, basandosi su motivazioni e metodi operativi:

 

Black-hat

Questi sono i tipici cyber-criminali che violano i sistemi informatici principalmente per fini economici. Si suddividono in:

  • Wannabe: Individui che aspirano a diventare hacker ma mancano delle competenze tecniche necessarie. Spesso sono giovani in cerca di notorietà, utilizzando strumenti preconfezionati scaricabili online.
  • Script Kiddie: Utilizzano strumenti creati da altri per compiere violazioni. Nonostante la loro limitata pericolosità, gli strumenti che utilizzano possono causare danni significativi, come i Denial of Service (DoS).
  • Cracker: Originariamente associati a chi rimuoveva protezioni dai software, ora sono noti per causare danni permanenti ai sistemi informatici.

Grey-hat

Hacker che operano in una zona grigia, esplorando sistemi senza necessariamente avere intenti criminali. Si dividono in:

  • Ethical Hacker: Esperti che identificano vulnerabilità nei software e nelle infrastrutture IT. Creano i propri strumenti e preferiscono attacchi manuali.
  • Qps (Quite, Paranoid, Skilled hacker): Altamente specializzati, creano i propri software e sono mossi dalla passione per la tecnologia. Non lasciano tracce e generalmente non hanno motivazioni economiche.

White-hat

Collaborano con entità ufficiali come aziende o forze dell’ordine per proteggere i sistemi informatici, testando vulnerabilità e partecipando ad operazioni contro la criminalità informatica.

Conclusione sul cybercrime

Sebbene la sintesi fornita dal DIS sia esaustiva, è essenziale approfondire ulteriormente l’argomento per comprendere appieno la complessità del cybercrimine e delle figure che vi ruotano attorno. La lotta al cybercrimine richiede una collaborazione continua tra servizi segreti, forze dell’ordine e specialisti del settore.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 4]

Autore

  • Francesco Polimeni

    Esperto blogger nel settore della sicurezza e della sorveglianza. Condivide la sua vasta esperienza in questo campo, offrendo consigli, approfondimenti e aggiornamenti sulle ultime tecnologie e tendenze in materia di sicurezza e privacy. La sua expertise nel settore è rinforzata dalla sua lunga carriera e dalla profonda conoscenza delle tecniche di sorveglianza e contro sorveglianza.

Related posts

Leave a Comment