Identità digitale. Cos’è e come puoi proteggerla

L’identità digitale, conosciuta anche come Identità 2 punto 0, sono tutti quei dati che ci identificano nel mondo online.

Identità digitale

nel mondo online, oltre a memorizzare gli stessi dati che ci identificano nel mondo offline, si completa mediante tutto ciò che facciamo nell’arco della giornata: commenti che scriviamo negli articoli, i like che postiamo su Facebook, retweet, fotografie che pubblichiamo su Instagram, le varie petizioni che firmiamo su Change.org , ed altro.

Tutte queste azioni contribuiscono a formare l’impressione che gli altri hanno su di noi. In un contesto in cui il furto di identità digitale sta diventando sempre più comune, come possiamo salvaguardare la nostra identità digitale?

Cos’è l’identità digitale ?

La nostra identità nel mondo analogico è formata da una serie di dati: nome e cognome, data di nascita, sesso, livello di istruzione, ed altro.

Molte di queste caratteristiche sono incluse nelle nostra carta d’identità, che è un elemento associato alla nostra identità analogica.

Nell’ambiente digitale, ognuno di noi conserva gli stessi dati identificativi, ma la nostra Identità 2.0 è formata anche da tutte le nostre azioni che svolgiamo online.

Come ci identifichiamo online?

Con l’espansione di Internet, stiamo facendo molti più acquisti online e accediamo sempre di più a servizi online.

Per esempio, gli acquisti settimanali della spesa o l’esecuzione di un’operazione bancaria tramite l’applicazione mobile della propria banca sono ambedue azioni molto comuni.

Questa è senza dubbio una svolta, ma pone anche una sfida importante per quanto riguarda la sicurezza della nostra identità digitale e la privacy dei nostri dati personali online.

In tal senso, una delle sfide principali è lo sviluppo di sistemi che consentano a chiunque di provare la propria identità nell’ambiente digitale.

Ciò significa che ogni persona deve essere capace di documentare la propria identità, quando esegue un acquisto online o accede a un servizio online.

Da qui nascono i concetti di identificazione e autenticazione online . Mentre identificarsi significa dire chi sei, autenticarsi è dimostrare che sei chi dici di essere.

Solitamente per avere accesso ad un servizio online ti identifichi tramite il tuo nome e/o email e ti autentichi con la tua password.

Dato il progressivo aumento della criminalità informatica negli ultimi anni, e particolarmente il furto di identità digitale , i sistemi di autenticazione stanno diventando sempre più complessi.

Un caso potrebbe essere il sistema di riconoscimento facciale di Apple , Face ID.

Questo sistema sostituisce l’impronta digitale con il riconoscimento del viso, in modo che gli utenti di Iphone X possano autenticarsi e accedere al proprio dispositivo, verificare i pagamenti con Apple Pay o pagare nell’App Store.

Come proteggere la tua identità digitale?

Il furto di identità digitale è uno dei reati informatici più frequenti.

Se la tua identità digitale viene sottratta, oltre al fatto che i criminali informatici possono entrare nei tuoi conti bancari o fare acquisti online a tuo nome, possono anche rovinare la tua reputazione sui social network.

Per tutelare la tua identità online, devi prima essere a conoscenza del fatto che il furto di identità digitale è sempre più frequente. Potrebbe accadere domani nei tuoi confronti.

E in secondo luogo, si consiglia vivamente di mettere in pratica i seguenti suggerimenti:

Non utilizzare reti Wi-Fi pubbliche o non protette

Le reti Wi-Fi gratuite che trovi nei negozi o le reti Wi-Fi pubbliche non sono generalmente crittografate WPA o WEP, il che significa che non sono sicure.

Per questo, se devi connetterti a qualsiasi tipo di servizio che contiene i tuoi dati personali, o informazioni personali sensibili, non utilizzare queste reti. Se devi farlo, assicurati almeno di poter navigare in sicurezza, accedendo solo alle pagine che utilizzano il protocollo https.

Non utilizzare pagine Web non protette

Collegato al suggerimento precedente e, sebbene tu possa utilizzare un Wi-Fi privato, è anche importante navigare solo su siti Web che utilizzano il protocollo https (Hyper Text Transfer Protocol Secure).

Questo protocollo significa che le informazioni che circolano attraverso questi siti Web sono crittografate , il che significa che nessuno può intercettarle.

Usa password complesse e cambiale frequentemente

Per le persone che hanno conoscenze informatiche di base, le password sono la principale risorsa per proteggere la propria identità digitale.

E forse non diamo loro l’importanza che meritano. Le password sicure devono avere un minimo di 16 caratteri , combinare caratteri maiuscoli, minuscoli e alfanumerici.

E non dovresti usare la stessa password per due servizi diversi.

Poiché è difficile memorizzare tutte le password che utilizziamo, soprattutto se iniziamo a utilizzare password complesse, consigliamo vivamente di utilizzare un gestore di password.

Aggiorna regolarmente il tuo software

Che tu utilizzi Windows o Mac, i sistemi operativi vengono aggiornati con una certa frequenza.

Ogni volta che viene avviato un nuovo aggiornamento software, sul tuo computer apparirà una notifica che ti chiede se vuoi aggiornarlo (in alcuni casi si aggiornerà automaticamente).

È importante non ritardare il processo di aggiornamento del software del computer, anche se di solito significa che dovrai riavviare il computer e attendere alcuni minuti.

Ogni aggiornamento contiene una versione migliore del software, inclusa la sicurezza rafforzata.

Rivedere le autorizzazioni e le politiche sulla privacy

Tutti i social network che utilizzi hanno una propria politica sulla privacy e attualmente tutti ti consentono di controllare ciò che vuoi che venga pubblicato su di te.

Rivedi queste politiche sulla privacy e rivedi le autorizzazioni che concedi a ciascun social network.

Forse non ti interessa avere il tuo profilo Instagram pubblico, o forse vuoi approvare ogni foto che ti tagga su Facebook, per decidere se vuoi che appaia sulla tua bacheca o meno.

Monitora regolarmente il tuo nome

  • Sicuramente hai già cercato il tuo nome e cognome su Google per vedere cosa sa di te il motore di ricerca (e cosa chiunque nel mondo può scoprire su di te!).
  • È consigliabile monitorare ogni tanto il tuo nome su Google, per verificare di continuare a controllare tutto ciò che appare su di te online. Ciò significa che hai consentito che appaia pubblicamente su Internet. Questo è molto correlato al suggerimento precedente.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]

Related posts

Leave a Comment